Novità sugli acconti di novembre, forfettari e IVA associazioni

Ecco alcune delle novità di questi giorni, che riguardano il pagamento degli acconti IRPEF 2023 di prossima scadenza, ma anche l’obbligo di fatturazione elettronica per i forfettari e le regole di imposizione IVA per le associazioni. Di seguito il dettaglio.

ACCONTI TASSE 30/11/2023

Per la scadenza di pagamento degli acconti IRPEF 2023, c’è la possibilità per i contribuenti di non pagare il secondo acconto al 30/11/2023 dilazionandolo.

La novità riguarda solo gli imprenditori individuali e i professionisti (no società, soci di società, associazioni) con un fatturato 2022 minore di 170.000 euro. La dilazione riguarda solo gli acconti IRPEF/cedolare secca (non INPS) e potrà essere suddivisa in massimo 5 rate dal 16/01/2024 con interessi al 0,33% mensile.

Salvo casi particolari o esigenze personali specifiche, lo studio Rico consiglia di versare con la scadenza di fine mese perché trattasi di soli acconti IRPEF, spesso di modesta entità; piuttosto si consiglia, a chi non lo avesse ancora fatto, di fissare un appuntamento per la valutazione di bilancino 2023 soprattutto nel caso in cui il fatturato 2023 fosse nettamente inferiore al 2022.

FATTURE FORFETTARI e REGIME 398 ASSOCIAZIONI – ELETTRONICA DAL 1° GENNAIO

Dal 01/01/2024 tutti i contribuenti forfettari ed in regime 398 (associazioni con reddito semplificato) saranno obbligati all’emissione della fatturazione elettronica al posto di quella cartacea, a prescindere dal reddito dichiarato.

Qualora con la legge di bilancio non ci siano proroghe o variazioni occorrerà per tutti iniziare dal 01.01.2024, sembrerebbe anche per le prestazioni sanitarie.

Lo studio avvertirà per tempo i propri clienti qualora ci siano variazioni sul punto ed invita tutti i contribuenti forfettari, che emettessero ancora le fatture in cartaceo, a prendere per tempo contatto con lo studio per l’attivazione delle fatture elettroniche ed astenersi dall’emissione cartacea nei primi giorni del 2024.

VARIAZIONI IMPONIBILITA’ IVA 2024 ASSOCIAZIONI TUTTE – DECORRENZA 1° LUGLIO

Per quanto concerne le associazioni (tutti i regimi.. 398/semplificati/ordinari), sempre qualora la legge di bilancio non preveda ulteriori proroghe, cambieranno radicalmente le esenzioni iva sulle fatture di vendita.

Invitiamo pertanto tutte le associazioni a prendere contatti con lo studio prima di inviare elettronicamente qualsiasi fattura di vendita (anche per le sponsorizzazioni).